Riapertura di una Chiesa danneggiata dal sisma del 2016

Tolentino. Apertura chiesa del Sacro Cuore Vespri Pontificali in rito antico

Sabato 9 dicembre 2017. Primi Vespri Pontificali al faldistorio della Festa della Traslazione della Santa Casa di Loreto per la riapertura della Chiesa del Sacro Cuore di Tolentino (detta dei “sacconi”) riportata all’antico splendore grazie al generoso contributo del Governo Ungherese rappresentato dall’On.Zoltán Balog, Ministro per le Risorse Umane, e dall’ On. Miklós Soltész, Sottosegretario ai Rapporti con le Chiese.

Hanno preso parte al solenne rito S.E. Arciduca Eduard Habsburg-Lothringen, Ambasciatore di Ungheria presso la Santa Sede e di S.E. Dott. Ádám Zoltán Kovács, Ambasciatore di Ungheria in Italia.

I Vespri Pontificali sono stati officiati da S.E.R. Mons. Giuseppe Sciacca, Vescovo titolare di Fondi, Segretario del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, alla presenza delle LL.EE. Rev.me Mons. Nazzareno Marconi, Vescovo di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia, e di Mons. Lajos Varga, Vescovo ausiliare di Vác.

Hanno presenziato inoltre Mons. László Németh, Presidente della Fondazione di Santo Stefano, Coordinatore nazionale degli ungheresi in Italia, Mons. Tamás Tóth, Rettore del Pontificio Istituto Ecclesiastico Ungherese (Roma), Rappresentanti delle Confraternite locali e nazionali del Coordinamento Nazionale “Summorum Pontificum” e di Juventutem Internationalis. Diversi gli Ecclesiastici venuti da diverse parti d’Italia particolarmente graditi alcuni Monaci benedettini di Norcia a cui il priore della confraternita ha rivolto un particolare e commosso saluto.

Fonte

Foto: PMI